Renzo, Lucia e io

Perché, per me, i Promessi Sposi è un romanzo meraviglioso

Illustrazioni: Marco Cazzato
Argomenti: letteratura
Acquista ebook
Acquista libro
Pagine: 144
Formato: 12x16,5 cm
Data uscita: 3 Maggio 2018
ISBN: 9788867831968
Un libro che è una chiave, che è una guida ma anche una compagnia. Olio nella serratura, permette di aprire I Promessi sposi con meno timore. Ed è inevitabile che parlando di Manzoni finisca per parlare della scuola e del suo ruolo nella società, di cosa significhi “classico”, finisca per raccontare l’Italia e per parlare di noi, dei nostri vizi e delle nostre virtù. - Sul Romanzo
Marcello Fois in poche pagine riesce dove nessun insegnante è mai arrivato: farci amare I Promessi Sposi. Un consiglio spassionato a tutti i docenti: se potete, affiancate questo testo all’ originale di Alessandro Manzoni permetterete ai vostri alunni di guardare ai classici e alla lettura in un modo diverso e vi ringrazieranno. - ItaliansBookitBetter
Un saggio che è anche un diario intimo e fonte di scoperte del tutto inattese - Corriere del ticino
Si parla poco dei Promessi sposi, fuori dalle aule scolastiche e universitarie. E di certo non se ne parla in un modo che potremmo definire “pop”, raccontando il romanzo nelle sue sfaccettature più imprevedibili, riportandolo alla nostra esperienza quotidiana. Per questo motivo l’impresa di Marcello Fois ha dello straordinario. - La balena bianca

Questo libro è un percorso nei sotterranei dei Promessi Sposi, e Fois è la guida che conduce il lettore a scoprire un sorprendente sistema di vasi comunicanti, tra letteratura, pittura, scultura, musica, e cinema.

Cosa lega Renzo a Ulisse, Lucia a Elena di Troia, la peste descritta da Lucrezio a quella che si porta via la piccola Cecilia e la bimba con il cappottino rosso di Schindler’s List? E cosa c’entra la contorsione del Laocoonte, del Cristo del Giudizio Universale di Michelangelo, delle figure di Matisse, di Picasso, di El Greco con don Abbondio?
Nessuno stupore se nel labirinto ci si imbatte in Rossella O’Hara che dialoga con Federigo degli Alberighi e don Rodrigo, o se si scopre che Renzo e Lucia sono i cugini del Nord dei personaggi della Terra trema di Luchino Visconti…
Fois svela il coraggio e la temerarietà di Alessandro Manzoni, ma anche la ricchezza di un capolavoro che non ha paura del tempo, dei programmi scolastici, degli insegnanti annoiati e dei lettori pigri.
Renzo, Lucia e io è una lettura innamorata, che racconta che nazione siamo, che lingua parliamo, fino a che punto ci conosciamo.

«Leggere un classico è come visitare i sotterranei di una città. In superficie, alla luce del sole, si stratifica il mutamento, ma lì sotto, nel sistema circolatorio, si può individuare l’articolazione delle fondamenta, affascinanti, labirintiche, semplificate e sostanziali, come le sinopie sotto gli affreschi.» – Marcello Fois

Leggi un estratto

La storia di Renzo e Lucia è il nucleo di tutte le storie possibili, rende straordinario l’ordinario.