Li Kunwu ∙ P. Ôtié – Una vita cinese. Il tempo del denaro

Asia

Il tempo del denaro (volume 3)

Esce l’ultimo volume della trilogia Una vita cinese, l’autobiografia a fumetti dell’artista Li Kunwu, disegnata da lui stesso e scritta a quattro mani con P. Ôtié, dopo il successo di critica e pubblico dei primi due, culminato con la selezione del libro tra i finalisti del Premio Terzani. La Cina raccontata dall’interno, dalla presa di potere di Mao Zedong a oggi, per capire finalmente in che modo la politica è parte della vita quotidiana di 1,3 miliardi di cinesi.

Il tempo del denaro è dedicato al travolgente periodo del boom economico, dagli anni Ottanta fino ai giorni nostri. Quando la rivoluzione culturale finisce e parte una politica di apertura e riforma, in Cina si diffondono nuove aspirazioni e nuovi timori, come accade con ogni cambiamento epocale. Nel libro, storie di contadini e robivecchi diventati grandi industriali, passando dai campi di riso alla firma di contratti con le più potenti multinazionali, si accompagnano alle opinioni dell’autore su ciò che sta accadendo attorno a lui. Dai fatti di piazza Tiananmen al turbocapitalismo della contemporaneità, Li Kunwu e il co-autore P. Ôtié, anche lui personaggio in questo terzo volume, mettono a nudo, in una sequenza di dialoghi illuminanti, la complessità del confronto tra la visione del mondo occidentale e quella cinese. Una sfida per il lettore che sarà pronto a coglierla.

Lo stile di Li Kunwu si è evoluto nel corso dei tre volumi, arrivando alla pienezza del tratto in quest’ultimo, che include anche alcune tavole acquerellate. Insieme al co-autore francese P. Ôtié, Li ha creato uno stile narrativo unico, mai critico o di propaganda, capace di raccontare i numerosi episodi drammatici della storia cinese senza ferire una parte o l’altra, riuscendo a conciliare la visione che i cinesi hanno di se stessi con quella che ne hanno gli stranieri, e lasciando libertà di giudizio al lettore.

Pubblicato in sedici paesi, Una vita cinese è stato finalista al Premio Terzani, ha ricevuto il premio d’eccellenza del Japan Media Art Festival; il Dragone d’oro del Gran premio del fumetto cinese; doppia nomina agli Eisner Awards; il premio Château de Cheverny del fumetto storico e il premio del pubblico ai Rendez-vous de l’Histoire de Blois; il premio del pubblico dell’Ouest France du salon Quai des Bulles; è stato segnalato al Festival internazionale del fumetto di Angoulême.

Dei precedenti volumi hanno scritto:

«La forza del fumetto sta nel far emergere, sotto la coltre dell’ideologia, tutti i timori e le passioni dei singoli.» – Giorgio Fontana, Pagina99

«Con un bianco e nero generoso, forte di un gusto coltivato attraverso i maestri del fumetto cinese (Feng Zikai e Ye Qianyu), popolare in senso non deteriore, con tratti a volta quasi espressionisti Marco Del Corona, La Lettura

«Un magnifico graphic novel, Una vita cinese, autobiografia in forma di fumetto di Li Kunwu che racconta con tragica levità come traversare i sanguinosi balzi in avanti e indietro della grande Cina timonata dal presidente Mao – Bruno Ventavoli, Tutto Libri

«Una vicenda narrata con una certa, leggera gentilezza, ma che non nasconde la quantità di drammi e le vere e proprie aberrazioni conosciute dal popolo cinese alle prese col Grande Balzo in Avanti prima e la Rivoluzione Culturale poi. Ancora una volta, il memoir privato si mescola coi grandi sommovimenti della storia, e il risultato è istruttivo e poetico al tempo stesso.» – Valerio Mattioli, Linus

«Una vita cinese getta una luce meravigliosamente autentica su un mondo che forse crediamo di conoscere, sulle pieghe delle ideologie novecentesche, sull’eterno dilemma del consenso che aleggia sui leader carismatici e li protegge, sul secolo scorso e sui suoi risvolti su cui non smetteremo mai di interrogarciCarlo Greppi, Doppiozero

«Il disegno e l’aspetto “visivo” in generale conferiscono a Una vita cinese un’estrema originalità. Tra i fumetti negli scaffali delle librerie, lo stile di Li Kunwu si fa notare e non può lasciare indifferenti: vignettista e disegnatore di poster di propaganda, egli attinge alla più genuina tradizione cinese e all’iconografia moderna, giocando sapientemente con l’inchiostro.»Martina Caschera, Lo Spazio Bianco

«Una vita cinese
è un fumetto potente, impossibile da ignorare.» Stefano Feltri, Il Fatto Quotidiano

«Può un fumetto in bianco e nero ancora suscitare emozioni nell’era digitale e (post)technicolor? Possono eventi ormai molto noti quali il Grande balzo in avanti e la Rivoluzione culturale essere visti da un’angolatura diversa? A queste domande, la lettura di Una vita cinese. Il tempo del padre ci permette di rispondere positivamente. Li Kunwu e Philippe Ôtié confezionano un piccolo gioiello di potenza narrativa non inferiore a quella dello strumento cinematograficoGiuseppe Gabusi, Orizzonte Cina


Condividi


Acquista
 
“Il memoir privato si mescola coi grandi sommovimenti della storia, e il risultato è istruttivo e poetico al tempo stesso.” - Valerio Mattioli - Linus -