Alessio Lasta – La più bella

Saggi
Alessio lasta – la più bella cover
Acquista
 
Autore: Alessio Lasta
Prefazione: Corrado Formigli
add scuole vai al progetto scuole
Pagine: 288
ISBN: 9788867832590
Prezzo libro: 15.00 €
Prezzo ebook: 6.99 €
Data di uscita: Febbraio 2020

La Costituzione tradita. Gli italiani che resistono

Abbiamo la Costituzione più bella del mondo ci dicono nelle cerimonie di Stato e nei dibattiti tv, ma alcuni suoi articoli, come ci racconta in questo libro Alessio Lasta, restano, ancora oggi, lettera morta. Dobbiamo fare i conti con la penuria di case popolari, con il taglio agli assegni di cura dei malati gravi. Ma anche con i crac delle banche e le truffe ai risparmiatori, con le astuzie degli evasori fiscali e con la tassazione che spreme sempre gli stessi, fino ad arrivare alle morti dei lavoratori senza diritti nelle serre del nord. 

Eppure c’è un’Italia che resiste.

Alessio Lasta, giornalista e inviato di “Piazzapulita”, La7, si mette in viaggio e incontra donne e uomini che si rimboccano le maniche e lottano per veder riconosciuti i loro diritti. Ogni storia si chiude con un articolo della Carta disatteso e racconta la strada che ancora c’è da fare.

È la piccola storia che chiede il conto alla grande Storia. Vite di resistenti che con coraggio affrontano attese e solitudine, che non si arrendono di fronte alle mancate risposte, che non cedono al vittimismo. Che sanno che la Costituzione richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Questo reportage sul campo diventa una specie di manifesto perché la nostra Costituzione diventi realmente “la più bella”.


Condividi


“Sono le sei del mattino di una giornata di fine febbraio. L'aria è frizzante. Non c'è quasi nessuno per le strade e la luce dell'alba indora il mare. Sono arrivato a Taranto per conoscere Carla, inchiodata a letto dalla Sla.
Come spesso mi succede quando mi pongo di fronte a una storia, non so quale sarà la mia reazione. Sarà facile sorridere, nonostante tutto? E come avvicinare il mio corpo a quello di Carla, che non mi può toccare?” - Alessio Lasta -