Hamja Ahsan – Introfada. Lotta antisistema del militante introverso

Saggi
INTROFADA cover
Autore: Hamja Ahsan
Traduzione: Piernicola D'Ortona
Pagine: 192
ISBN: 9788867832484
Prezzo libro: 13.00 €
Data di uscita: Novembre 2019

I Militanti Introversi e la loro unità operativa, gli Isolazionisti Armati, sono un movimento d’avanguardia che mira a demolire le politiche suprematiste basate sulla cultura assertiva del XXI secolo. Radicalizzati contro il dominio imperialista degli estroversi, trovano rifugio nell’Aspergistan, governato dalla legge della Ssssh’ria e soggetto all’ideologia pantimidista, per proteggere i diritti degli oppressi timidi e pacati. L’Aspergistan proibisce severamente il mainstream, tutte le sue politiche sono underground.

In questo manifesto, Hamja Ahsan immagina una nazione utopica – l’Aspergistan – in cui vive il popolo dei timidi, degli introversi e degli appartenenti allo spettro autistico. Con sovversiva ironia parla a chi è vittima di bullismo, socialmente impacciato, emarginato e medicalizzato per incoraggiare il dibattito sulle strutture che determinano l’esclusione sociale. È una satira sofisticata che si appoggia sulla teoria anticoloniale e sull’intersezionalità per costruire una critica alla cultura dominante e alla condizione della salute mentale nella società capitalista.

«In origine mi sono ispirata alle Pantere Nere. Per me i Militanti Introversi erano le Pantere Nere dei Timidi. Poi abbiamo cambiato il nome in Clandestini Timidi, etichetta passata a indicare l’ala operativa degli appartenenti allo spettro autistico, dopo la diffusione di un messaggio nella biblioteca della prigione. Avevamo ben presenti le lezioni della storia: persino le Pantere Nere si erano snaturate in un movimento estroverso-suprematista. A questo proposito avevo coniato il termine «Angelina Davis», per indicare il passaggio da impegno e sostanza a celebrità.» 

Sei a casa, sei nella Repubblica dell’Aspergistan, la lotta è iniziata, unisciti a loro. – Giulia Ficicchia, Frizzi Frizzi
Ahsan tesse un collage di controcultura e critica all’organismo sociale neoliberistico 4.0, governato dalle norme dell’assertività e dell’autoaffermazione individuale, dall’esposizione ed esibizione di un sé urlato. Gli introversi della satira di Ahsanassomigliano molto a un “popolo” che non si adatta all’imperativo di condividere e ostentare, dove il verbo shareimplica nient’altro che l’azione di vendere l’ultimo prodotto sul mercato: noi stessi.
– Davide Orecchio, Nazione indiana

Un’opera di attivismo speculativo in grado di cambiare il modo in cui pensiamo. Ci riesce con più fantasia e concretezza di tanta teoria. – White Review

Introfada è un’opera sublime di critica culturale… Ogni capitolo, ogni pagina, ogni frase risuonano in me… – Partly Robot

Divertente, amaro e idealista. Chiunque abbia provato l’ambivalente emozione di disprezzare un gruppo e ciò che rappresenta, desiderando allo stesso tempo di appartenere a qualcosa, si identificherà facilmente con i sentimenti dietro Introfada. – Fight Racism, Fight Imperialism


Condividi


Acquista
 
“Libro epocale! Posso acquistare il mio biglietto di sola andata per l'Aspergistan?” - Rowena Harris -
Contenuti extra