add scuole – PERCORSI

13. Il gioco della bottiglia

Scuole secondarie di II grado
“Prof. questo sì che è un libro vero!” è stata l’esclamazione a caldo di Valentina, una quindicenne alla quale avevo passato la mia copia del libro, in attesa che arrivassero le altre copie ordinate per avviare e portare a termine il mio progetto. “Perché dici questo?” le ho chiesto. “Perché è proprio così, prof. Qui dentro ci siamo noi. Io mi sono ritrovata perfettamente.”
Maria Rosaria Chirulli – IISS Leonardo Da Vinci – Martina Franca (TA)

Un percorso didattico sul tema del consumo di alcol tra i giovani e sull’informazione giornalistica, partendo dalla lettura del libro Il gioco della bottiglia della giornalista Alessandra Di Pietro.

>>OBIETTIVI
Imparare le basi dello svolgimento di un’intervista; incoraggiare il porre domande; valorizzare l’importanza dell’informazione e del dialogo; riflettere su se stessi e sul tema delle dipendenze per acquisire consapevolezza e responsabilità. 

>>IL PROGETTO
Partendo dalla lettura del libro le studentesse e gli studenti rifletteranno sulla tematica del consumo di alcolici tra i giovani. Alle classi verrà chiesto di compilare il questionario anonimo all’interno del libro. Seguirà un dibattito in classe tra studenti e insegnanti, finalizzato alla riflessione e al confronto, partendo da domande guida. Dopo la discussione gli studenti riceveranno un vademecum con le istruzioni per realizzare l’attività giornalistica, con l’aiuto del quale potranno condurre un’intervista a un loro coetaneo sul tema.

>> TEMPISTICHE
3 ore in classe + lavori individuali o in gruppo

>> MATERIALI GRATUITI

  • 1 copia omaggio del libro per l’insegnante
  • vademecum su come realizzare un’intervista

Vuoi proporre questa lettura nella tua scuola?

Contattaci scrivendo una mail o telefonando, per consigli e informazioni dettagliate su questo progetto.

SCRIVICI
incontra l’autrice
011 5629997

Libri correlati

Alessandra Di Pietro – Il gioco della bottiglia

Nell’ultimo mese, un minore su tre ha bevuto eccedendo. Questo dato lo leggi sui giornali o lo ascolti in Tv ed è solo un numero. Poi succede che recuperi tuo figlio ubriaco alla festa di fine anno o che la tua bambina ti viene incontro barcollando sui tacchi all’uscita della discoteca. Il cuore schizza alle stelle: ora quello coinvolto sei tu.

VAI AL LIBRO