add scuole – LETTURE GUIDATE

6. Le mie stelle nere di Lilian Thuram

Vado spesso nelle scuole a parlare di razzismo. Chiedo ai bambini quante sono le razze. E con tristezza mi sento rispondere: «Quattro: bianca, nera, gialla e rossa». In pratica la base del razzismo. È assurdo che i bambini continuino a ignorare che esiste una sola razza umana, l’Homo sapiens. Poi domando loro quali caratteristiche attribuiscono a quelle presunte razze: «I neri sono bravi nello sport, cantano e ballano bene…». Se ancora oggi queste sono le risposte, che cosa si può dedurre, se non che il lavoro educativo non è stato compiuto?Lilian Thuram

Partendo dal presupposto che gli uomini hanno bisogno di modelli per costruire se stessi e la propria autostima, nel libro Le mie stelle nere, Lilian Thuram racconta 45 personaggi neri, esempi di coraggio e di dignità, la cui vita costituisce per lui un orientamento nella costruzione della propria identità.La lettura è un invito alla riflessione sui modelli di riferimento nella costruzione della propria personalità ma anche l’occasione di affrontare in modo originale i temi del razzismo.

>> SPUNTI DI LAVORO

Lettura del libro secondo diversi percorsi tematici, confronto in classe, produzione di riassunti funzionali alla scrittura di un testo personale dal titolo “La mia stella”, condivisione e valutazione sulla base di criteri condivisi.

>> TEMPISTICHE

4 ore di lavoro in classe e 3 ore di lavoro individuale.

>> MATERIALI GRATUITI
Schede di approfondimento e guida alla lettura.

“Quest’attività ha liberato un desiderio di sincerità e condivisione di sé che fa bene alla scuola.”
Katia Milano – Liceo scientifico Gramsci – Ivrea (TO)

Vuoi proporre questa lettura nella tua scuola?

Contattaci scrivendo una mail o telefonando, la responsabile della didattica Agnese Radaelli è a disposizione per consigliarti nelle scelta del percorso più adatto.

SCRIVICI

TEL. 011 5629997

Libri correlati

Lilian Thuram – Le mie stelle nere

Da Lucy a Barack Obama, passando per Esopo, Dona Beatrice, Puskin, Aimé Cesaire, Martin Luther King, Rosa Parks, Muhammad Ali, Tupac Amaru e molti altri. Queste stelle, come dice Thuram “aiutano a evitare il vittimismo e a credere negli uomini e in se stessi”.

VAI AL LIBRO