add scuole – PERCORSI

2. La crepa

Scuole secondarie di II grado
La crepa è un’esperienza umana ed etica per il rispetto e la passione con cui gli autori indagano i confini slabbrati e arrugginiti di quello stato mentale che chiamiamo Europa.Fabio Geda
la-crepa

Un percorso didattico sui temi della migrazione, dei confini e della crisi dell’identità europea a partire dalla lettura del libro La crepa di Carlos Spottorno e Guillermo Abril (World Press Photo 2015), con un focus sul fotogiornalismo e gli strumenti della narrazione per immagini.

>> IL PERCORSO
Dopo aver letto il libro, in classe si discute per individuare i temi principali, sintetizzandone le principali storie narrate (segnalando personaggi principali e vicende), e si segue un percorso di approfondimento sui confini e sull’identità europea.

In seguito gli studenti dovranno, seguendo alcune istruzioni, comporre una storia per immagini, partendo dai documenti forniti da add editore o fotografando loro stessi gli oggetti delle loro storie.

I prodotti (di singoli alunni o di classe) potranno essere pubblicati a fine anno scolastico sul blog di add editore.

>> TEMPISTICHE
8 ore di lavoro in classe.

>> MATERIALI GRATUITI
Vademecum ed esempio per comporre una storia per immagini e una copia del libro per l’insegnante.

Vuoi proporre questo percorso nella tua scuola?

Contattaci scrivendo una mail o telefonando, per consigli e informazioni dettagliate su questo progetto.

SCRIVICI
TEL. 011 5629997

Libri correlati

Carlos Spottorno ∙ Guillermo Abril – La crepa

La crepa è il viaggio di due giornalisti che attraversano il confine europeo, dall’Africa all’Artico, per svelare le cause e le conseguenze della crisi di identità in Europa.
La scelta di colorare le immagini rende il reportage di uno dei più apprezzati fotografi contemporanei un libro artistico e suggestivo, che affronta con il linguaggio della graphic novel il grande tema della nostra contemporaneità: lo scontro e l’incontro tra i popoli.
Spottorno e Abril sono riusciti a parlare in modo chiaro grazie all’arte e alla delicatezza di una narrazione che tiene al centro del suo discorso l’uomo e il suo modo di essere talvolta crudele, ma anche capace di gesti straordinari.

VAI AL LIBRO