«Nessun amico se non le montagne» di Behrouz Boochani a Torino Spiritualità.

Lascia un commento

Sto caricando la mappa ....
28/09/2019 / 18:45 - 19:45

Via Giuseppe Verdi, 9, Torino

Sabato 28 settembre alle ore 18.45, Mario Calabresi dialogherà con Omid Tofighian sul memoir scritto da Behrouz Boochani Nessun amico se non le montagne. Prigioniero nell’isola di Manus
L’autore sarà presente tramite collegamento Skype.

Omid Tofighian è docente di filosofia presso l’American university del Cairo e ricercatore presso l’università di Sidney. Ha tradotto dal farsi all’inglese le migliaia di messaggi whatsapp che compongono il libro di Behrouz Boochani Nessun amico se non le montagne. Prigioniero nell’isola di Manus.

L’incontro s’inserisce nel programma di Torino Spiritualità:

«Nell’ora più buia della notte, quando la prigione sprofonda nel sonno, scopro un entusiasmo straordinario per sperimentare il mondo oltre le recinzioni». Così scrive il giornalista curdo Behrouz Boochani, da anni detenuto in un’isola in mezzo al Pacifico dal governo australiano. Fuggito dall’Iran per salvarsi la vita, Boochani ha cercato di ottenere lo status di rifugiato in Australia, ma è stato confinato in un centro di detenzione in Papua Nuova Guinea. Da lì, attraverso centinaia di messaggi inviati al cellulare dell’amico Omid Tofighian, Boochani ha composto il potente memoir Nessun amico se non le montagne, testimonianza e atto di resistenza che, in occasione della pubblicazione italiana (Add Editore 2019), il giornalista Mario Calabresi ripercorre con i diretti protagonisti.

Aula Magna della Cavallerizza Reale, Torino
Ingresso 5,00€
per info e biglietteria cliccate qui.


Salva l'evento sul tuo calendario:
iCal | Google Calendar

Condividi