3229a7b4-0344-47ac-a349-ff78207b4317

Behrouz Boochani è libero!

Lascia un commento

14/11/2019 - 30/11/2019 / 0:00

Con immensa felicità condividiamo la notizia che Behrouz Boochani è libero in Nuova Zelanda.

Il giornalista curdo-iraniano, pluripremiato autore del memoir Nessun amico se non le montagne, ha lasciato la Papua Nuova Guinea.

Ha dichiarato al Guardian: «Non tornerò mai in quel posto. Voglio essere fuori dal sistema, voglio solo essere in un luogo dove sono una persona, non un numero, non etichettato come rifugiato».

Per più di sei anni trattenuto forzatamente dall’Australia, in un regime di detenzione indefinita, Boochani ha instancabilmente documentato le condizioni di prigionia riservate ai richiedenti asilo attraverso giornali internazionali, in particolare il Guardian, il documentario Chauka, Please Tell Us the Time girato con un cellulare nascosto alle autorità e proiettato in numerosi festival, e il libro con cui ha vinto il più importante premio letterario australiano Nessun amico se non le montagne.

Boochani, giornalista curdo d’inchiesta, è stato perseguitato in Iran per la sua attività e il suo appoggio alla causa dell’indipendenza curda. In cerca di asilo in Australia, è arrivato nel luglio 2013 con una barca a Christmas Island, territorio australiano nell’Oceano Indiano. Da lì è stato trasferito a Manus Island. Ha passato 2269 giorni prigioniero del sistema di detenzione offshore dell’Australia.

Boochani ha lasciato la Papua Nuova Guinea mercoledì 13 novembre per raggiungere Christchurch in Nuova Zelanda dove parteciperà ad un festival letterario.


Salva l'evento sul tuo calendario:
iCal | Google Calendar

Condividi