add al Festivaletteratura di Mantova con Évelyne Bloch-Dano

Lascia un commento

Sto caricando la mappa ....
10/09/2016 / 12:00 - 18:15

Piazza Sordello, Mantova

add editore partecipa alla XX edizione del Festivaletteratura di Mantova con la scrittrice francese Évelyne Bloch-Dano autrice di Giardini di Carta. Da Rousseau a Modiano.

Sabato 10 settembre

ore 17.15 • Palazzo ducale (portico del cortile d’onore)

Évelyne Bloch-Dano con Stefania Bertola

PRENDI LA VANGA, È LA TUA MATITA

Il poeta inglese William Mason era un esperto giardiniere, ma non tutti gli scrittori che hanno raccontato giardini passati alla storia della letteratura si sono sporcati le mani chini su erba e terra. Quel che è certo è che anche il più piccolo fazzoletto di terreno narrato da Rousseau, George Sand, Balzac, Proust o Sartre è specchio della cultura e della società dell’epoca in cui il testo è stato concepito. La francese Évelyne Bloch-Dano si cimenta in una ricostruzione della storia del giardinaggio attraverso i grandi autori che ha amato. Il suo Giardini di carta. Da Rousseau a Modiano si presenta già agli occhi del lettore come un piccolo giardino, verde brillante e costellato di piccole aiuole su cui campeggiano le lettere del titolo. Viaggiando tra Versailles e il Jardin du Luxembourg, la scrittrice di Neuilly-sur-Seine discute insieme a Stefania Bertola (Il giardino di guerriglia).

ore 12.00 • Tenda dei libri (ingresso libero)

Évelyne Bloch-Dano

VERDURA / Le parole del cibo

Ogni volta che mangiamo la verdura assimiliamo un po’ di storia del mondo. Per Évelyne Bloch-Dano, autrice di La fabuleuse histoire des légumes, parlare di verdure significa partire alla scoperta di un territorio, di una cultura o dell’etimologia di una parola. Apprendiamo così che il pomodoro ha penato per due secoli prima di affermarsi in Europa a causa della sua somiglianza con la mortale mandragola, che i carciofi erano apprezzati nel Rinascimento per le loro proprietà afrodisiache, e che il topinambur è stato riabilitato solo in tempi recentissimi, dopo essere stato una delle principali vittime della spietata dittatura della patata. Degustazione a cura di Coldiretti Mantova.


Salva l'evento sul tuo calendario:
iCal | Google Calendar

Condividi