palestre-grafica-NEWS

Dal secolo scorso al futuro | La contemporaneità di Adriano Olivetti inaugura le palestre di add

Notizie

Martedì 25 ottobre la contemporaneità di Adriano Olivetti inaugura le palestre di add con un incontro dello scrittore e storico Marco Peroni e la mostra SERIE – Pubblicità e design tra gli anni sessanta e settanta.

@ Libreria Bodoni | Torino, ore 19.
Ingresso libero.

 

 

Dal secolo scorso al futuro è la visione con cui ci piace inaugurare ufficialmente le palestre di add, esercizi di in-formazione culturale: i nostri laboratori sulla contemporaneità che indagano il presente attraverso racconti, punti di vista e competenze di volta in volta differenti.​​​​​​​

Abbiamo pensato a un evento speciale dedicato a un uomo di un’altra epoca, ma che aveva un grande talento nel guardare al futuro: Adriano Olivetti.

Iniziamo alle 19 con l’opening ufficiale di lancio delle palestre di add a cura di Giorgio Gianotto, direttore editoriale della casa editrice, e Gianmario Pilo, ideatore e organizzatore di questi ‘esercizi’ di contemporaneità.

A seguire sarà inaugurata la mostra SERIE – Pubblicità e design tra gli anni sessanta e settanta, progetto di Marco Lana e Francesca Battaglia per EditaBW e si partirà con il lancio di una ‘palestra zero’ gratuita di 45 minuti a cura dello scrittore e storico Marco Peroni, dal titolo Adriano Olivetti, un secolo troppo presto.

Scopri le palestre di add.

 

 

Marco Peroni nasce nel 1972 a Ivrea, dove vive e lavora. Scrittore e voce narrante, dal 2007 è parte con il musicista Mario Congiu della compagnia Le Voci del Tempo, che porta in scena storia e letteratura intrecciando parole e canzoni. Nel 2015 è ospite unico della puntata di Rai Storia Adriano Olivetti, utopia e coraggio per la trasmissione Il Tempo e la Storia. Nel 2016 pubblica il libro Ivrea. Guida alla città di Adriano Olivetti per le Edizioni di Comunità. È ideatore e direttore della rivista La Rapidissima. Diario pubblico delle Officine ICO, che racconta la riqualificazione delle officine di Ivrea oggi patrimonio Unesco. Nel 2021 è curatore della mostra allestita nel Castello Ducale di Agliè Lettera 22. La macchina per leggere Olivetti. Nel 2022 è curatore del libro Maestria canavesana. Mani pensanti, voci narranti, spiriti liberi per la cui pubblicazione fa nascere l’omonima casa editrice.

“SERIE” è una mostra focalizzata sulla comunicazione pubblicitaria figlia del boom economico del dopoguerra italiano. La ricostruzione di intere campagne pubblicitarie diventa il carattere distintivo di questa raccolta, un lavoro capillare di ricerca e catalogazione di tutte le singole inserzioni che avevano destinazioni editoriali indipendenti. Il percorso espositivo, composto da sole pubblicità originali, vuole riportare il visitatore nel fervore degli anni ‘60 e ‘70, un’epoca di entusiasmo travolgente in cui la fluorescenza dei colori e la forza dirompente degli slogan si contrappongono alla consapevolezza sociale e politica su temi come l’ambiente, la condizione della donna e la figura dell’individuo come libero pensatore. La produzione pubblicitaria diventa innovativa, dirompente e focalizzata sui vettori chiave del cambiamento; una peculiarità che, a posteriori, ha permesso di rivedere nelle campagne pubblicitarie lo specchio in cui si stava riflettendo la nuova società dei consumi.

 

Condividi