Amir Issaa – Educazione rap

Young Adult
amir issaa – educazione rap – add editore
Acquista
 
Autore: Amir Issaa
add scuole vai al progetto scuole
Pagine: 224
ISBN: 9788867833146
Prezzo libro: 13.00 €
Prezzo ebook: 6.99 €
Data di uscita: Maggio 2021

Dopo Vivo per questo, che lo ha portato nelle università americane e nelle scuole italiane, Amir Issaa ha cominciato a usare il rap come strumento didattico. Rileggendo in chiave rap elementi di poetica, fa scoprire ai ragazzi che le canzoni che ascoltano dal cellulare sono anche il risultato di un esercizio linguistico.

Educazione rap, oltre a essere il racconto delle esperienze peculiari vissute da Amir nelle scuole e università, è anche uno strumento per un percorso che mette al centro gli studenti e la parola, le emozioni e la lingua, la vita e l’esercizio.

Per i ragazzi ormai è chiaro che l’aspetto che più mi affascina del rap è la scrittura. Il lavoro sulla scrittura per raccontare la realtà, la propria storia e quelle altrui utilizzando le rime, costruendo uno stile. Da anni vado nelle scuole a combattere stereotipi e pregiudizi usando il potere delle parole: identità, seconde generazioni, diritti, George Floyd, periferie, America, femminismo. Ecco come comincia la parte pratica dell’educazione rap, in cui gli studenti diventeranno protagonisti scrivendo i loro versi. Mani che si alzano: “Ci sono delle regole per scrivere il rap?” “Sono le regole della poesia?” “Ma senza musica come si fa?”. Anche i più sfacciati, messi davanti al foglio, prendono tempo.
– Amir Issaa

Con Amir ci siamo divertiti a individuare le figure e i meccanismi stilistici che rendono speciali i testi del rap italiano. Come nella poesia e nell’oratoria, l’uso della retorica nel rap ha lo scopo di rinnovare le parole di uso quotidiano, attraverso una metrica studiata nei dettagli, concatenazioni azzardate di sillabe, scontri frontali tra concetti semanticamente distanti tra loro.
– Flavia Trupia, PerLaRetorica


Condividi


“Educazione rap, questo rap mi ha dato le ripetizioni, dopo scuola quando stavo a casa senza genitori, allo specchio imitavo Jay z e
Nas Wu Tang dentro il walkman in giro per la città. Poi ho capito che avevo tanto da dire, carta e penna e in tasca appena duemila lire, ma mi sentivo il re dentro il mio isolato e mi ha aiutato a sentirmi meno isolato.” - Amir Issaa, Il rap mette le ali -