Carla Vitantonio – Pyongyang blues

In arrivo
In offerta! pyongyang-WEB_v2
Autore: Carla Vitantonio
Pagine: 288
ISBN: 9788867832392
Prezzo libro: 18.00 € 16.20 €
Data di uscita: settembre 2019
Tag libro

Cosa succede quando una giovane donna risponde al precariato del mondo capitalista trovando lavoro in uno degli ultimi mondi comunisti rimasti?
In gioco ci sono la propria visione del mondo, le relazioni amorose e amicali, la ricerca di stabilità e dignità

Attrezzata con un Master in Diplomazia e una precedente esperienza in Corea del Sud, in questo libro Carla Vitantonio presenta la Corea del Nord con uno sguardo inedito, che arricchisce di sfumature e sottigliezze la consueta rappresentazione del regime monolitico per eccellenza.
Il suo punto di vista, fresco e ironico, incrocia due riflessioni principali: quella su un modello ideologico sopravvissuto a un’epoca scomparsa, e quella generazionale sul modello di flessibilità lavorativa che il sistema capitalista ha imposto.

Carla Vitantonio è atterrata la prima volta all’aeroporto di Pyongyang con un lavoro come insegnante di italiano, era poco più che trentenne e non sapeva che avrebbe trascorso quattro anni della sua vita in Corea del Nord, diventando nel frattempo capo missione di una Ong internazionale.
La sua lettura del Paese è trasmessa attraverso esplorazioni esistenziali e relazionali, in un quotidiano ordinario e straordinario, in cui la vita stessa è un atto politico, poiché è scandita e amministrata dalle regole di un regime onnipresente, incarnato nelle azioni dei suoi cittadini.
Seguendo il ritmo delle stagioni e la ciclicità senza scampo della natura, l’autrice propone un parallelo con gli andamenti ossessivamente ripetitivi delle fasi politiche nazionali di calma e di tensione domestica e internazionale.


Condividi


Preordina
 
“Sono stanca. Ho una pila di medicine sul comodino che procede in
questo ordine: sonniferi, analgesici, ansiolitici, lassativi e astringenti, fermenti lattici. Ho una tabella di marcia così rigorosa che la mia agenda sembra il tabellone dei turni all’ingresso di un edificio appena occupato. Non so se rendo l’idea. Quelle cose che sulla carta sembra che tutto funzioni alla perfezione, poi entri e anarchia portami via.” - Carla Vitantonio -