Surf book

“Per me vacanza è quando posso leggere appena sveglia al mattino”. I consigli di lettura degli autori add

EDITORIA Lascia un commento

«Per me vacanza è quando posso leggere appena sveglia al mattino, senza alcuna fretta né impegno.
Non vi consiglio testi già letti ma condivido con voi i titoli che porterò con me in vacanza.
Sono bellissimi, lo so già, dunque fin da ora mi crogiolo nel piacere che mi daranno»

Quando abbiamo chiesto ai nostri autori, quelli che già lo sono e quelli che lo saranno a breve, di darci i loro consigli per le letture estive, Alessandra Di Pietro ha iniziato così la sua risposta. Una bella definizione dell’estate: senza fretta, senza impegno, leggendo…

Alessandra, autrice di Godete!, tornerà ad arricchire il catalogo add a settembre con Il gioco della bottiglia. Alcol e adolescenti, quello che non sappiamo, un libro che indaga e racconta un tema delicato come l’abuso di bevande alcoliche tra i giovanissimi. Ecco i libri che Alessandra leggerà quest’estate, con un piccolo strappo alla regola che avevamo dato: “nessun libro add”. Ma gli autori, si sa, sono fatti così…

Americanah di Chimamanda Ngozi Adiche, Einaudi editore
Nata in Nigeria, Chimamanda vive in America, si definisce una «femminista felice africana che non odia gli uomini e che ama mettere il rossetto e i tacchi alti per sé e non per gli altri». Nei suoi libri racconta l’esperienza e la fatica di essere donna e nera negli States. Apprezzata scrittrice, ha avuto un balzo di fama quando Beyoncé ha usato alcune sue frasi per il brano Flawless.

La Frantumaglia di Elena Ferrante, edizioni e/o
Uscito nel 2003, è uno zibaldone di lettere, appunti e riflessioni della più importante scrittrice italiana vivente. Mi piace l’idea di frugare nei suoi cassetti seppur di dieci anni fa. Vi consiglio caldamente se non l’avete mai letta la quadrilogia dell’Amica Geniale il cui ultimo volume, Storia della Bambina perduta, è candidato al Premio Strega.

Le mie stelle nere. Da Lucy a Barack Obama di Lilian Thuram, add editore
Sarà un’estate costellata di cronache su migliaia di essere umani costretti a fuggire dalla fame e dalla guerra. Ho deciso allora di leggere con i miei figli di 12 e di 9 anni, le biografie che Thuram ha raccolto in questo libro, per raccontare loro che la storia dell’umanità è grande, ogni popolo ha storie, radici ed eroi, ed è bello conoscerle, il mondo per fortuna non finisce nel nostro angolo, basta girarsi dall’altra parte e vedere quanto sono ampi i confini: possiamo entrarci tutti.

Dopo i suggerimenti di Alessandra, abbiamo passato la palla ad Alex Corlazzoli, maestro, giornalista e scrittore che, sempre a settembre, uscirà per add con Sai maestro che… Da grande voglio fare il premier, libro scritto a quattro mani con l’autore più giovane del nostro catalogo, Mattia Costa. Mattia ha dodici anni ed è un ex alunno di Alex; insieme hanno deciso di affrontare alcuni temi su cui, di solito, un grande e un bambino difficilmente si confrontano: scuola, futuro, amore, musica, politica, disabilità… Alex ci consiglia queste letture:

Palermo è una cipolla di Roberto Alajmo, Laterza
Un libro per capire la Sicilia e i siciliani, una guida per scegliere cosa vedere e chi incontrare nell’affascinante Palermo. Chi va per la prima volta nell’isola non può fare a meno di mettere in valigia queste pagine. Un viaggio nella storia, nella vita, nei mercati, nei vicoli di Palermo con tanto di ironica analisi antropologica di un popolo che continua a stupire.

Mario Lodi, pratiche di libertà nel Paese sbagliato di Alessio Surian, Diego Di Masi, Silvio Boselli, Becco Giallo.
Chi non ha conosciuto Cipì? Il libro-fumetto sul maestro di Vho di Piadena ci dona una pennellata della vita di un uomo che ha cambiato la storia dell’Italia dalla sua piccola scuola nella campagna cremonese. Un libro per fare memoria, da leggere in questa estate dove la scuola sarà protagonista.

Ricordati che eri straniero di Barbara Spinelli, Edizioni Qiqajon
Una riflessione sull’alterità, sulla diversità, sulle nostre paure e su quelle di chi arriva nei nostri Paesi. Un libro, privo di retorica, capace di offrire una lettura della nostra epoca e di intuire il cambiamento che costringerà ognuno di noi a fare i conti con l’altro. Pagine profonde e profetiche.

Verbale scritto di Bruno Munari, Corraini
Un gioco di parole che ci costringe a fermare la testa a meditare e riflettere su ognuna di esse.

Senza bozze da correggere è invece Marco Giacosa, il suo L’Italia dei sindaci ha già fatto il giro d’Italia in camper e ora si prepara a una nuova stagione di incontri, presentazioni e lavori nelle scuole. Marco è un narratore vero, un autore che ama le storie e che, come abbiamo imparato dal suo libro, sa anche raccontarle molto bene. Ecco allora i suoi suggerimenti:

La sposa di Mauro Covacich, Bompiani
Raccolta di racconti che però non sono racconti, o non sono solo racconti; sono scritture, reportage, sono qualcosa che sì, tu chiamalo se vuoi racconto. Mauro Covacich, per me è uno dei top three tra i contemporanei italiani.

La ferocia di Nicola Lagioia, Einaudi
Non è un libro sulla crisi, è un libro oltre la crisi, è un libro nonostante la crisi: può divenire uno dei grandi romanzi degli anni Dieci. Se Virzì rifacesse Il capitale umano ambientandolo a Sud, riadatterebbe questo romanzo. Grandioso.

Questa non è una canzone d’amore di Alessandro Robecchi, Sellerio
Non è estate senza Sellerio, e tra i Sellerii quale scegliere? Uno per tutti: dico Alessandro Robecchi. Che supera in qualità di prosa i bravissimi Malvaldi e Manzini. Con tendenza al noir, gialli che raccontano Milano, Italia, 2015. Questo è il primo: esiste un secondo, se ci va bene Robecchi sta lavorando al terzo.

Al lavoro per libri futuri è Shady Hamadi, adesso a Beirut dove ha iniziato a collaborare con un’Ong italiana. Di Shady, come facciamo sempre, vi consigliamo di seguire il blog, perché l’autore della Felicita araba è di certo una voce da tenere in considerazione per capire gli eventi del mondo mediorientale. I suoi consigli:

Facce Bianche di Elias Khoury, Einaudi.
Khoury è uno dei maggiori scrittori arabi contemporanei e in questo romanzo ci porta nella guerra civile libanese attraverso un omicidio che ci farà incontrare le vite di chi ha conosciuto la vittima. Attorno alla tragedia della morte di un essere umano si aprono i drammi segreti di tante altre esistenze, mentre tutto intorno la guerra continua.

Collera e luce. Un prete nella rivoluzione siriana di padre Paolo Dall’Oglio, Emi
Consiglio caldamente questo testo a chi non sa nulla di Dall’Oglio, sequestrato in Siria da ormai due anni; a chi vuole capire cosa accade in Siria uscendo dall’accerchiamento mediatico e editoriale intorno all’Isis. Padre Paolo ci porta con lui in Siria, guardiamo attraverso i suoi occhi e i suoi ricordi, tocchiamo la sofferenza e una sensazione di abbandono ci pervaderà alla fine del libro perché, anche noi, a quel punto, ci sentiremo siriani: traditi e soli.

La conchiglia di Mustafa Khalifa, Castelvecchi.
Khalifa, arrestato negli anni Ottanta e rinchiuso per 16 anni nel carcere di Palmira, ci fa entrare nell’inferno delle carceri siriani dove decine di migliaia di persone sono morte. Il carcere, distante una manciata di chilometri dal bellissimo sito archeologico, è l’emblema dell’indifferenza: mentre i turisti visitavano le rovine, migliaia di persone venivano torturare e uccise a pochi passi.

Vacanze di meritato riposo per Mario Tagliani: la scuola del nostro Maestro dentro, il Ferrante Aporti, è chiusa. Ci immaginiamo il maestro nella sua Salaghetto, tra le campagne bresciane. Consigli:

L’ospite inquietante di Umberto Galimberti, Feltrinelli
La mancanza di un orizzonte di senso nei giovani può portare a reazioni apparentemente incomprensibili. Un libro per tutti, dai genitori ai figli.

L’ora di lezione di Massimo Recalcati, Einaudi
Guardare dentro la scuola per trovare gli stimoli che ci hanno fatto amare il sapere. Per tutti gli insegnanti e per tutti gli alunni.

Il perdono responsabile di Gerardo Colombo, Ponte alle Grazie
Una lezione di civiltà, una visione moderna del reato, sia dalla parte di chi lo commette sia da chi lo subisce. Quando l’educazione civica acquista il suo vero valore.

Per chiudere questo primo giro di proposte vi presentiamo un altro nostro nuovo autore, Enrico Bucci ex riceratore dell’Istituto di Biostrutture e Bioimmagini del CNR di Napoli e co-fondatore di un’azienda di analisi di dati biomedici. A ottobre Enrico porterà nel catalogo di add la sua esperienza con il libro Cattivi scienziati. La frode nella ricerca scientifica, raccontandoci inganni e raggiri a scapito della nostra sicurezza e delle nostre tasche. Enrico ci consiglia:

per chi va al mare: La vita meravigliosa, di Stephen Jay Gould, Feltrinelli
Evoluzione, paleontologia, metodo scientifico in uno stupefacente racconto pieno di ironia: puro godimento

per chi va in montagna: Arboreto Salvatico, di Mario Rigoni Stern, Einaudi
Venti alberi narrati da un formidabile uomo-scrittore di montagna: le caratteristiche botaniche e ambientali, la storia, gli influssi che hanno avuto sulla cultura popolare e la letteratura.

Ma non finiamo qui, nei prossimi giorni sul nostro blog troverete i consigli per le letture dell’estate della redazione di add.


Nella copertina: “Reading: A Journey”, di Donald Gensler, Philadelphia.

Condividi