Header FGF

add editore partner della Scuola di Cittadinanza Europea: una proposta per il futuro

SCUOLA, SOCIETÀ Lascia un commento

“L’Europa è un sentimento quanto una realtà,
un sentimento di comunità, prima che una
realtà, ben prima che la comunità si realizzi”
Lucien Febvre

Scuola di Cittadinanza Europea è la nuova proposta formativa della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli rivolta alla scuola e alle famiglie: uno spazio di conoscenza virtuale e reale, un laboratorio didattico, un percorso di scoperta aperto alla riflessione sulle grandi sfide della contemporaneità.

Una scuola non scuola, che offre uno sguardo sistemico sui fenomeni sociali, economici e politici del Novecento.

Al centro il concetto di cittadinanza, pensato come processo volto a proporre percorsi per la formazione di cittadini consapevoli.
«Cittadinanza nell’orizzonte del nostro immediato futuro rappresenta non una condizione giuridica, ma una

possibilità di esserci, di contare, di far parte di una comunità che condivide passioni, progetti, futuro.

Non è un tempo indefinito quello che abbiamo di fronte», dice il segretario generale della FondazioneFeltrinelli Massimiliano Tarantino, «entro il 2030 secondo l’Onu dobbiamo individuare soluzioni, modelli, esempi da emulare per poter conseguire condizioni più eque e un miglioramento strutturale della qualità di vita. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile – SDG o Sustainable Development Goals – sono lo scenario di senso cui pensare il futuro dello sviluppo internazionale. L’Onu li ha creati e promossi come obiettivi globali di sviluppo sostenibile. Il 2030 è l’anno nei quali scadono gli SDG’s Onu: se non provvederemo a conseguirli in massima parte entro il 2050 la popolazione mondiale salirà a 10 miliardi e le risorse non saranno adeguate al mantenimento di condizioni di vita equa per tutti».

La Scuola di Cittadinanza Europea ha fatto propri gli obiettivi di sviluppo sostenibile costruendo un programma composto di percorsi che forniscano gli strumenti culturali adatti per maturare consapevolezza delle sfide da cui dipendono accesso e diritto al futuro.
Si parte dalla conoscenza del passato, soprattutto del Novecento, poi si approfondiscono i temi legati alla rappresentanza e alla partecipazione pubblica e democratica, infine si riflette intorno alle questioni di sostenibilità – sviluppo urbano, lotta alle disuguaglianze, accesso alle risorse.


La Scuola di Cittadinanza Europea combina, in una forma innovativa, didattica, formazione e intrattenimento.
Tre i canali attorno ai quali si è organizzata:
– un portale, www.scuoladicittadinanzaeuropea.it, con aree tematiche, kit didattici, e-book, documenti di archivio realizzati in collaborazione con i ricercatori della Fondazione;
– un catalogo con percorsi formativi e laboratori didattici rivolti alle classi delle scuole secondarie di secondo grado e strutturati in una prima fase di approfondimento e lavoro in classe, supportata dai materiali didattici messi a disposizione da Fondazione, e una seconda, più esperienziale e di confronto, condotta da esperti del tema, come scrittori, autori e ricercatori;
– un palinsesto di attività ludico-didattiche rivolte ai più piccoli, organizzate in occasione delle iniziative promosse nella nuova stagione culturale di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Da sempre attenta ai temi civili, add editore è partner della Scuola di Cittadinanza Europea, per la quale ha messo a disposizione quattro percorsi tematici ispirati da quattro libri del suo catalogo:

– “I luoghi della memoria. Itinerario di storia e tolleranza” , ispirato a Una speranza ostinata di Max Mannheimer.
In collaborazione con il Comitato Pietre d’Inciampo;

– “Noi e l’altro. Migrazioni e identità culturali”,  ispirato a Stranieri su un molo di Tash Aw;

– “La storia e il presente. Una lotta contro l’indifferenza”, ispirato a Esilio dalla Siria di Shady Hamadi;

–  “Testimonianze di partecipazione attiva. Lotta alle mafie”, ispirato a La mafia siamo noi di Sandro De Riccardis.
In collaborazione con il Festival dei Beni Confiscati alle Mafie.

«Vedere i libri di add editore tra i materiali di lavoro della Scuola di Cittadinanza Europea è una soddisfazione», spiega Agnese Radaelli responsabile dei progetti didattici di add. «Nel nostro lavoro di attenzione al mondo della scuola, siamo partiti dall’ascolto delle esigenze di insegnanti e alunni per mettere a punto proposte stimolanti e attuali. Così parlare di cittadinanza e di Europa oggi è un bisogno e anche un modo efficace affinché la parola futuro generi sentimenti positivi».

La Scuola di Cittadinanza è pronta a partire, il 26 e 27 settembre l’offerta formativa viene presentata a docenti e operatori del settore, negli spazi della Fondazione Feltrinelli, a Milano.

Qui è possibile consultare il catalogo completo dell’offerta formativa per la scuola primaria e secondaria per l’anno scolastico 2017/2018.

Condividi